Argini sempre più su

0
342

Le piene del Secchia e del Panaro riaccendono ogni volta l’attenzione sul nodo idraulico modenese, e soprattutto sulle infrastrutture costruite a difesa dei territori come le casse di espansione e gli argini. L’aspetto critico tuttavia è rappresentato dalla pensilità storica dei fiumi. Che cosa significa questo? Vuol dire che il fiume scorre più in alto rispetto alla pianura, come nel caso del Secchia. Nel corso dei secoli, l’uomo ha alzato sempre di più gli argini. E continua a farlo ancora oggi. Nella fotografia qui sotto si può vedere bene. Nell’immagine sotto si vede il ponte della strada provinciale SP413 che collega Modena a Carpi, e che attraversa il fiume Secchia in località Ponte Alto. Il tratto arginale in questione (che va da Ponte Alto fino al ponte della SP413) negli ultimi mesi è stato interessato da questi lavori: “Aipo, Ordinanze commissario – Presidente regione Emilia-Romagna n.5 del 08/07/2014 e n.2 del 23/02/2016. Adeguamento funzionale e strutturale del sistema arginale difensivo tramite interventi di adeguamento in quota ed in sagoma a valle della cassa fino al confine regionale per garantire il franco di 1 metro, rispetto alla piena di TR 20 anni nello stato attuale, e la stabilità e resistenza dei rilevati. Stralcio B.17 – Interventi di ripristino della officiosità idraulica del fiume Secchia in corrispondenza di Ponte Alto“. In poche parole è stato alzato il livello arginale di 1 metro rispetto al livello precedente. Nella foto la linea rossa indica l’altezza precedente dell’argine; la linea verde indica la nuova altezza. Però c’è il ponte della SP413 che rasenta la vecchia altezza dell’argine (indicata dalla linea rossa), e che nel progetto viene classificato alla voce “Manufatti di attraversamento interferenti“, proprio perchè più basso rispetto alla nuova altezza dell’argine. Sul progetto esecutivo si legge che i tecnici, per aggirare questo ostacolo, procederanno in questo modo: “intervento di realizzazione della chiusura arginale in corrispondenza del ponte della SP413, sia in sponda destra che in sponda sinistra, mediante la realizzazione di un muro arginale in c.a. gettato in opera, adeguatamente intestato alle estremità da muri conformati secondo la sagoma del rilevato arginale“. Quindi sembra di capire che l’argine del Secchia, a conclusione dei lavori, sarà quasi al livello della strada SP413 Modena Carpi.

Argine del fiume Secchia, località Ponte Alto, Modena

Qui la fotogallery del tratto arginale in località Ponte Alto, Modena.

Secchia, i detriti nella golena a ponte Bacchello (Modena)

Fiume Secchia, lavori a Ponte Alto Modena, video 16 set 2018

Servizio di Marco Amendola